Conduttività

In: Acqua

1) Generalità su Conducibilità e Conduttività elettriche
2) Definizione di Conducibilità e Conduttività elettriche
3) Dipendenza della Conduttività e della Conducibilità dalla temperatura.
4) Unità di misura
5) Conducibilità e Conduttività elettriche in riferimento all’ acqua
6) Conduttivita, elettroliti forti e deboli, composti non ionici
7) Valori di riferimento per la Conduttività
8) Misura della Conduttività; il Conduttivimetro
9) Scelta ed utilizzo del Conduttivimetro
10) Utilità di misura della Conduttività dell’ acqua
11) Conversione da Conduttività a quantità di Sali disciolti
10) Misura della quantità di Sali disciolti; il misuratore di TDS
11) Stima della quantità di solidi disciolti
11.1) Equazione di Sogni
11.2) Equazione di Sonneveld
11.3) Calcolo dai fattori di Conduttività singoli
12) Uso pratico del Conduttivimetro
12.1) Acqua di partenza incognita
12.2) Acqua di partenza ben bilanciata e valori ideali
12.3) Monitoraggio dell’ impianto di demineralizzazione
12.4) Valutazione delle miscele di Sali remineralizzanti
11.5) Monitoraggio dell’ andamento dell’ acquario.

Conducibilità e Conduttività elettriche

La Conducibilità elettrica (anche detta Conduttanza elettrica; simbolo G) di un corpo misura la facilità con cui delle cariche elettriche riescono a scorrere da una estremità all'altra dello stesso in presenza di una tensione elettrica (differenza di potenziale elettrico) applicata tra le sue due estremità.



Di seguito tralasceremo il termine Conduttanza ed utilizzeremo quello equivalente e per noi più familiare di Conducibilità elettrica.
Inoltre, per brevità, ometteremo il termine “elettrica” indicando quindi la Conducibilità elettrica (e le altre grandezze elettriche in esame) semplicemente come Conducibilità (o altra grandezza).


Definizione di Conducibilità e di Conduttività

La definizione fisica della Conducibilità (G) di un dato corpo è la seguente:

G= γ * S/l (dove γ= conduttività, l= lunghezza in metri ed S= sezione in metri2) 1)

Ovvero, la formula sopra ci dice che la Conducibilità di un corpo è direttamente proporzionale alla Sezione dello stesso ed inversamente proporzionale alla sua Lunghezza.

Il parametro “γ” esprime questa proporzionalità, che dipende solo dalle caratteristiche intrinseche del materiale in esame.
Fissato il materiale quindi γ non varia più e diventa una costante.
In questa circostanza si dice che γ rappresenta la costante di proporzionalità nella formula della Conducibilità del corpo in esame.
In particolare si ha che:

γ viene definita “Conducibilità specifica”, o più semplicemente “Conduttività” dello specifico materiale in oggetto.

La Conducibilità di un corpo quindi dipende sia dalle caratteristiche geometriche del corpo che dalla Conduttività del materiale che lo costituisce.

La Conduttività, al fine di non dipendere più da parametri dimensionali quali lunghezza o superficie, ma solo dalle caratteristiche del materiale a cui ci si riferisce, viene espressa per unità di dimensione.

Riassumendo possiamo quindi dire che la differenza tra Conducibilità e Conduttività è la seguente:

• Conducibilit
à:
Ci informa circa la facilità di trasmissione elettrica di un corpo (legate sia alla forma/dimensioni del corpo che alle caratteristiche intrinseche del materiale di cui è fatto)

• Conduttività:
Ci informa circa la facilità di trasmissione elettrica di un materiale (legate quindi solo alle caratteristiche intrinseche di questo materiale).


vuoi leggere tutto?


Nella stessa categoria

Correlati per Tag

Commenti

Lascia il tuo commento

Domenica Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre

Registrazione nuovo account

Hai già un account?
Effettua il login Oppure Resetta la password